I contratti dei supplenti vanno comunicati al sistema lo stesso giorno dell'assunzione in servizio

La Tecnica della Scuola
Comunicato sindacale SAB del 18/10/2009; Note MIUR; Decreti e Ordinanza.
www.edscuola.it
www.castrovillari.info
www.orizzontescuola.it
www.didaweb.net/fuoriregistro

- Nota MIUR prot. n. 15336 del 12 ottobre 2009
- O.M. n. 48 dell'8 maggio 2009
- Nota MIUR prot. n. 12360 del 25 agosto 2009
- D.M. n. 56 del 28 maggio 2009
- D.M. n. 131 del 13 giugno 2007 (Regolamento supplenze)
- Nota MIUR prot. n. 14991 del 6 ottobre 2009

Comunicato sindacale
Al fine di fornire massima informativa tra il personale interessato e per non ingenerare contenzioso di merito sulla funzionalità di gestione delle convocazioni dalle graduatorie d’istituto, il sindacato SAB tramite il segretario generale prof. Francesco Sola, segnala che la nota MIUR prot. n. 15336 del 12/10/09 richiama integralmente l’O.M. n. 48 dell’8/5/09 che prevede, a seguito dell’informatizzazione delle procedure di convocazione dei supplenti, l’operatività di detta procedura da parte delle scuole di comunicare al sistema informativo le notizie richieste il giorno stesso della stipula del contratto e dell’assunzione in servizio del supplente. Analogamente, devono essere acquisite al sistema le rinunce, la mancata assunzione in servizio e l’abbandono del servizio. L’art. 3 della precitata ordinanza dopo, nel tener conto dei gravi pregiudizi che possono derivare sia ai diretti interessati che alle istituzioni scolastiche per effetto della omessa puntuale applicazione delle anzidette procedure, ed in particolare della omessa annotazione del contratto, richiama la personale attenzione dei dirigenti scolastici e dei direttori dei servizi generali e amministrativi sulle responsabilità disciplinari, civili e contabili scaturenti dai suddetti comportamenti omissivi, responsabilità che saranno perseguite puntualmente. Il SAB cita tale norma in quanto è costretto a registrare che molte scuole non adempiono e non comunicano al sistema lo stesso giorno della stipula del contratto e dell’assunzione in servizio facendo, erroneamente, avanzare pretese ai supplenti che, con la scusa di non aver firmato il contratto, pur avendo assunto servizio da circa un mese, abbandonano le supplenze in corso per accettare incarico in altra scuola. Il SAB rammenta infine che in materia di stipula dei contratti nella P.A. ormai privatizzata, vigono le regole del codice civile: l’art. 1326 prevede che l’individuazione dell’avente diritto al posto, se correlata dall’accettazione dell’interessato, realizza l’ipotesi di conclusione di un vero e proprio contratto, per cui sia le proposte dell’USP, sia quelle delle scuole polo individuate dallo stesso Ufficio Scolastico dopo il 31/8 e sia le proposte dei dirigenti scolastici, anche per supplenze brevi e saltuarie, una volta accettate diventano dei veri e propri contratti che non è possibile rescindere, annullare e/o modificare unilateralmente senza giustificato motivo o causa per non incorrere nelle sanzioni previste dal regolamento di cui al D.M. n. 131 del 13 giugno 2007.
Prof. Francesco Sola Segretario Generale SAB

Ultima modifica il Martedì, 20 Ottobre 2009 13:33

Download allegati:

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Video

NULL

News

Newsletter

Scegli la categoria di tuo interesse, inserisci il tuo indirizzo email e premi l'apposito pulsante per l'iscrizione.

Orizzonte Docenti

Certificazione Informatica
LIM, Inglese B2
Diploma, Università online,
Master e Perfezionamenti
Ricorsi mondo scuola

Vai all'inizio della pagina
JSN Boot template designed by JoomlaShine.com