Sempre accessibili gli atti amministrativi. La Commissione per l’Accesso Documenti Amministrativi presso Presidenza del Consiglio dei Ministri ne riconosce il diritto, prima negato dall’ATP di Cosenza

Soddisfatto il SAB che ha patrocinato il contenzioso. Comunicato sindacale del 22/2/2017

Presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri è attiva la Commissione per l’Accesso ai Documenti Amministrativi alla quale si può proporre ricorso, gratuitamente, in alternativa al TAR, avverso il diniego e/o il mancato accesso agli atti disposto da un’Amministrazione pubblica.

 Nel merito, era stata presentata richiesta di accesso agli atti da parte di un collaboratore scolastico, S.G. di San Giovanni in Fiore, all’ATP di Cosenza avverso la mancata assegnazione provvisoria provinciale per l’anno scolastico in corso su un posto richiesto ed assegnato dall’U.S.P. ad altro collaboratore appartenente ad una fase successiva alle predette operazioni.

 Poiché S.G. poteva far vantare anche la precedenza legge n. 104/92 per assistenza al genitore disabile in situazione di gravità, aveva diritto ad essere assegnato ad una sede più vicina a San Giovanni in Fiore, nel caso specifico Spezzano della Sila.

 L’ATP di Cosenza assegnava tale posto a un neo immesso in ruolo senza tener conto dell’ordine delle operazioni previste dall’allegato 6 -Sequenza Operativa- dell’ipotesi di contratto sulla mobilità annuale 2016/17 resa operativa con nota MIUR n. 19976 del 22/7/2016 che pone le assegnazioni provvisorie provinciali al posto n. 8 e dopo, al posto n. 9, l’assegnazione della sede provvisoria al personale neo immesso in ruolo.

 Avverso tale modo di operare dell’ATP di Cosenza, S.G. chiedeva i seguenti atti per impugnare la mancata assegnazione:

  • Decreto di costituzione e/o autorizzazione del posto presso l’I.C. di Spezzano della Sila, ovvero presso il CTP di Spezzano Sila;
  • Copia della proposta di contratto e del relativo contratto sottoscritto fra l’Amministrazione e il sig. F.D.A.;
  • Ogni ulteriore atto connesso e/o conseguenziale all’istituzione del posto con le modalità di conferimento;
  • Copia della disponibilità dei posti proposti nella convocazione del personale ATA del 29/09/2016.

  L’ATP di Cosenza, nei successivi 30 gg, non ha fornito riscontro alla richiesta di accesso ai documenti per cui si è fatto ricorso alla Commissione di Accesso la quale, con decisione del 17/2/2017, ha riconosciuto il diritto del ricorrente in quanto titolare di un interesse qualificato, ossia tutelare i propri diritti ed interessi nell’ambito del procedimento di mobilità, ad accedere ai documenti di cui ai punti nn. 1, 3 e 4 della richiesta.

 La stessa rileva che il ricorrente non ha motivato in modo esaustivo il nesso di collegamento tra l’interesse dichiarato e il documento di cui al punto 2.

 Il momento di lesione dell’interesse dell’accedente è, infatti, la graduatoria e non il contratto stipulato in coerenza con questa, per cui, in parte, la Commissione accoglie il ricorso nei sensi di cui in motivazione e, per l’effetto, invita l’amministrazione resistente a riesaminare la vicenda sulla base delle considerazioni svolte.

 Il SAB che, tramite il segretario generale prof. Francesco Sola, ha patrocinato tutto il contenzioso, non può che esprimere soddisfazione per tale decisione al riconoscimento di un diritto sempre più contrastato.

Ultima modifica il Venerdì, 24 Febbraio 2017 19:40

Download allegati:

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

News

Newsletter

Scegli la categoria di tuo interesse, inserisci il tuo indirizzo email e premi l'apposito pulsante per l'iscrizione.

Orizzonte Docenti

Certificazione Informatica
LIM, Inglese B2
Diploma, Università online,
Master e Perfezionamenti
Ricorsi mondo scuola

Vai all'inizio della pagina
JSN Boot template designed by JoomlaShine.com