Interrogazione domanda di mobilità personale docente. Valutazione e notifica punteggio (art. 10, 2° comma O.M. n. 207 del 9/3/2018 - Art. 17, 1° comma CCNI 11/4/2018)

Dall'area "Altri Servizi" scegliendo "Mobilità in organico di diritto" del portale presentazione istanze on line, è possibile interrogare lo stato assunto dalla propria domanda all'interno del processo di mobilità.

L'interrogazione avviene utilizzando la funzione "Iter della domanda"

La lettera di notifica punteggio arriverà nella casella di posta elettronica e sarà consultabile anche dall'archivio personale di istanze on line.

 

Art. 10, 2° comma O.M. n. 207 del 9/3/2018

L'Ufficio territorialmente competente, a mano a mano che riceve le domande, procede alla valutazione delle stesse sulla base delle apposite tabelle allegate al contratto sulla mobilità, nonché al riconoscimento di eventuali diritti di precedenza, comunicando all'interessato il punteggio assegnato e gli eventuali diritti riconosciuti all'indirizzo di posta elettronica inserito all'atto della registrazione nel portale Istanze on line. L'insegnante ha facoltà di far pervenire all'Ufficio territorialmente competente, entro 10 giorni dalla ricezione e comunque entro il quinto giorno utile prima dell'inserimento a SIDI delle domande del rispettivo ordine di scuola, motivato reclamo, secondo le indicazioni contenute nel C.C.N.I. sulla mobilità. L'ufficio competente, esaminati i reclami, apporta le eventuali rettifiche ove ritenga di accogliere i medesimi dandone notifica solo in tal caso all'interessato. Avverso le valutazioni delle domande non sono possibili ulteriori modalità di reclamo.

 

Art. 17, comma 1, CCNI 11/4/2018

Avverso le graduatorie redatte dal dirigente scolastico o dall’autorità/ufficio territoriale competente, nonché avverso la valutazione delle domande, l’attribuzione del punteggio, il riconoscimento di eventuali diritti di precedenza, è consentita la presentazione, da parte del personale interessato, di motivato reclamo, entro 10 giorni dalla pubblicazione o notifica dell’atto, rivolto all’organo che lo ha emanato. I reclami sono esaminati con l’adozione degli eventuali provvedimenti correttivi degli atti contestati entro i successivi 10 giorni e comunque non oltre la data di inserimento a sistema delle domande fissata dall’OM. Le decisioni sui reclami sono atti definitivi.

 

Ultima modifica il Giovedì, 03 Maggio 2018 11:17

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

News

Newsletter

Scegli la categoria di tuo interesse, inserisci il tuo indirizzo email e premi l'apposito pulsante per l'iscrizione.

Orizzonte Docenti

Certificazione Informatica
LIM, Inglese B2
Diploma, Università online,
Master e Perfezionamenti
Ricorsi mondo scuola

Vai all'inizio della pagina
JSN Boot template designed by JoomlaShine.com